Il progetto: “L’Europa che sarà” #eu2be

#eu2be “L’Europa che sarà. Quando storia e memoria guardano al presente per costruire il futuro” : questo è il nome del progetto che vogliamo seguire e raccontare, sviluppato dall’Assemblea legislativa dell’Emilia-Romagna (il Gabinetto del Presidente e il Centro Europe Direct Emilia-Romagna) in collaborazione con la Fondazione Scuola di Pace di Monte Sole.

Siamo partiti da questa domanda: possiamo trovare traccia, nella costruzione europea, di una risposta forte a un passato che ha prodotto efferatezze terribili nel nostro continente e poi in tutto il mondo?  Questo interrogativo si basa sulla consapevolezza che la capacità di alimentare una vivida riflessione sul passato è e sarà sempre più necessaria per promuovere e difendere la libertà e il rispetto verso tutti e tutte. È un lavoro che certamente determinerà anche il futuro di quell’Europa, aperta e tollerante, che vogliamo contribuire a costruire, insieme. La consapevolezza delle dinamiche del passato fonda il presente e può alimentare una cittadinanza democratica e partecipativa.

Questo il senso di costruire una proposta che si rivolge ai e alle giovani che, raggiunta la maggiore età, cercano strumenti e spazi per valorizzare la propria voglia e esigenza di partecipare e incidere sui processi decisionali e democratici. Il progetto si rivolge infatti ai giovani tra 20 e 30 anni e offre spazi e opportunità di confronto su: cittadinanza europea, responsabilità digitale e pratica della partecipazione democratica, partendo dalla consapevolezza storica e del presente.

L’approfondimento di questi temi vuole sviluppare un’etica diffusa tra i giovani sull’importanza di considerarsi cittadini europei consapevoli, responsabili e attivi.

Il cittadino europeo è consapevole della responsabilità delle parole e del ruolo che ha come persona che (si) informa, come fruitore e produttore di news online, e contribuisce a diffondere spirito critico, dibattito generativo e non polarizzato, dialogo e ascolto, senza promuovere informazioni false o manipolate.

Seguici su Facebook e Twitter … #eu2be

 

 

 

 

 

 

Print Friendly, PDF & Email
Share