ATTENTI ALLE BUFALE: SCEGLI IL WORKSHOP DEL POMERIGGIO!

Mancano pochissimi giorni al nostro evento dedicato alla relazione tra bufale e cittadinanza europea che si terrà l’11 maggio dalle 9.30 alle 16, in Sala Guido Fanti, viale Aldo Moro 50 a Bologna. Interverranno relatori di eccezione: Mafe de Baggis, Andrea Fontana, Barbara Sgarzi e Franz Russo. Se non li conosci, ti consigliamo davvero di iniziare a seguirli su twitter o sui loro blog. A #attentiallebufale sei ancora in tempo per iscriverti su eventbrite.

Ti chiediamo anche di dare una preferenza per il workshop pomeridiano a cui desideri partecipare, dalle 14.30 alle 16. Scegline uno e manda una mail con l’indicazione della tua preferenza a: europedirect@regione.emilia-romagna.it

Ti ricordiamo anche che puoi ancora invitare i tuoi amici a partecipare, condividendo questo evento e che puoi raccontare la tua esperienza grazie all’hahstag #attentiallebufale e #eu2be!

WORKSHOP 1

Mafe De Baggis [https://www.mafedebaggis.it/]

Proviamo insieme a costruire una bufala.

Partendo dai criteri di riconoscimento di una bufala (troppo bella, troppo vaga, troppo veloce per essere vera) proviamo a crearne una insieme per diversi profili di lettori, di diversa cultura e appartenenza.

Li immaginiamo come personaggi di una storia e poi ne scriviamo due versioni: una basata sui fatti e una basata su una bufala. Ogni gruppo racconta solo una delle due versioni agli altri, che devono indovinare se è quella vera o quella falsa.

 

WORKSHOP 2 

Andrea Fontana [http://www.storyfactory.it/andrea-fontana/]

Non rubare i miei unicorni.

Le fake-news sono solo bufale e la post-verità è solo menzogna. Questo è quello che sostiene un certo dibattito secondo il quale da una parte c’è la verità – posseduta da qualcuno – e dall’altra la falsità del popolo dei creduloni. Ma forse le cose non stanno proprio così. Il problema della comunicazione contemporanea infatti sta non solo nell’individuare il vero o il falso, quanto nel capire come noi stessi produciamo, condividiamo, tramandiamo la nostra conoscenza e ed esperienza. Nell’epoca dei deep media – che ci portiamo addosso, in borsa, in tasca o sul comodino – siamo noi a formare e de-formare l’informazione. Il workshop intende mostrare come si può diventare consapevoli di questo e delle modalità con cui modifichiamo la nostra comunicazione. Attitudine, questa, indispensabile per vivere all’interno di società in cui il “fake” diventa mezzo di costruzione di senso, intrattenimento e riconoscimento. Con tutti i vizi e le virtù che questo comporta.

 

WORKSHOP 3

Barbara Sgarzi [http://www.barbarasgarzi.com/]

L’informazione? Siamo tutti coinvolti.

Siamo tutti coinvolti.
Per la prima volta nella storia dell’informazione tutti, giornalisti e non, professionisti dei media o meno, abbiamo la possibilità di essere creatori oltreché fruitori dell’informazione. Ma con nuove possibilità arrivano anche nuove responsabilità. Come scegliere le nostre fonti di informazione per essere certi della loro attendibilità? Quali strumenti (gratuiti) possiamo utilizzare per fare dei controlli sui contenuti che riceviamo? Come possiamo evitare di condividere (e quindi aumentare l’impatto e la diffusione) di notizie non verificate? Un workshop pratico e ricco di esempi per migliorare la nostra consapevolezza.

 

WORKSHOP 4

Franz Russo [https://www.franzrusso.it/]

L’uso dei Social Media per una migliore consapevolezza digitale. Quali i rischi e come evitarli.

Un uso appro​p​riato, consapevole, attento dei social media può aiutare molto a comprendere e a riconoscere quelli che sono i rischi che ci circondano. A partire dall​e​ notizie false, sempre più difficili​ da riconoscere, per arrivare ​alla violenza delle parole, al bullismo, alla privacy sempre più a rischio. Un percorso che vuole dimostrare che non esiste più (se mai fosse esistita) una differenza tra “online” e “offline”. Per il semplice motivo che la rete è fatta da persone.

 

Print Friendly, PDF & Email
Share

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *